PUP Via Fermi: la Delibera popolare aspetta da 5 anni (ma forse una soluzione c’è)

Il Comitato NO PUP Fermi che da anni aspetta la votazione della delibera di iniziativa popolare per la cancellazione del parcheggio

Pubblichiamo un articolo di Fabio Grilli su Arvalia Roma Today, che ricorda come scandalosamente l’Assemblea capitolina non si sia mai espressa sulla Delibera di iniziativa popolare per cancellare l’intervento PUP di Via Enrico Fermi. Il Comitato No Pup Fermi ancora ai tempi del Sindaco Alemanno aveva raccolto 6111 firme in appena 2 mesi, e le aveva portate in Campidoglio, inscenando anche un sit in nell’Aula Giulio Cesare per chiedere che la Delibera fosse messa ai voti (1). Come ricostruisce l’articolo, durante la Consiliatura Marino la Delibera era stata effettivamente portata in Aula, ma alla fine si era deciso di rimandarla in Commissione, anche perchè la maggioranza PD era molto divisa (2). E va ricordato perchè il parcheggio privato sotterraneo su suolo pubblico era uno degli interventi prevsito dal Piano Urbano Parcheggi di Veltroni.

E oggi, apprendiamo dall’articolo di Roma Roday, tutto è ancora fermo, “secondo il Segretariato” per “un vuoto normativo. In sostanza, non è chiaro se una proposta di delibera popolare possa sopravvivere oltre le due consiliature o se, in caso contrario, la si debba considerare decaduta. Nel caso di specie, le consiliature attraverso cui è transitata volendo includere anche il Commissariamento di Tronca, sono state quattro. “Sinceramente il comportamento del Comune si è mostrato ambiguo – spiega Riccardo Micheli – noi speravamo che dopo 5 anni, con l’ennesimo cambio di amministrazione, la delibera potesse essere votata in aula. Bisogna semplicemente votare a favore o contro quel PUP, ma sembra proprio che non ci si riesca”. Una soluzione ci sarebbe. E’ lo stesso Segretariato Generale ad indicarla. Basterebbe infatti una decisione dei Capigruppo capitolini, per dirimere la questione del vuoto normativo. Una mossa utile anche per altre vecchie proposte di delibera popolare, rimaste per anni nei cassetti.

Speriamo che i Capigruppo, nel frattempo più volte cambiati – di persona e di maggioranze –  si diano una mossa.

(AMBM)

comitato_no_pup_fermi_in_campidoglio

Il Comitato NO PUP Fermi in Campidoglio nel 2013 (foto del Comitato)

Vedi anche: Piano Urbano Parcheggi – Cronologia e materiali

(da Arvalia Roma Today 20 settembre 2017 )

Marconi, sul PUP di via Fermi ci sono voluti cinque anni per una risposta

“Dal Pdl al Pd fino al M5s la cancellazione del PUP Fermi rimane un tabù Per il Segretariato Generale c’è un vuoto normativo di Fabio Grilli
„Passano le consiliature, ma il destino di alcune proposte di delibera d’iniziativa popolare sembra non mutare. E’ il caso di quella che chiedeva la cancellazione del PUP Fermi, a Marconi. Sembra essersi incagliata da anni nel porto delle nebbie. Al punnto che Riccardo Micheli, uno dei suoi promotori, ha deciso di rivolgersi alla Prefettura di Roma. Una mossa che ha sortito l’effetto di ottenere almeno una reazione dal Campidoglio. Una risposta, firmata dal Segretariato Generale, che però non dissipa il fumoso destino della proposta di delibera.“

La risposta di Roma Capitale

Il direttore del Segretariato Generale, nella lettera inoltrata alla Prefettura, ha avuto almeno il merito di ricostruire il travagliato iter vissuto dalla proposta di cancellare il PUP di Marconi. Anche se, a ben vedere, le difficoltà sono state tutte sul fronte dell’amministrazione. Perchè i cittadini, raccogliendo 6111 firme in appena 2 mesi, hanno mostrato di avere le idee molto chiare.

Cinque anni di travaglio

Nel marzo del 2012 un gruppo spontaneo di cittadini, il cosiddetto Comitato No Pup Fermi, presentò una proposta di delibera popolare all’assemblea capitolina, con cui si chiese di revocare la concessione per il parcheggio interrato. Bastò appena una settimana per ottenere il parere favorevole della Commissione. Due settimane più tardi però – secondo la ricostruzione del Segretariato – arrivò il parere del Dipartimento Mobilità e Trasporti. La proposta di deliberazione (38/2012) non venne così mai calendarizzata durante la consiliatura di Alemanno. Nel frattempo nacque anche un contenzione con il concessarionario, che portò portò la Giunta (13 marzo del 2013) a prendere l’iniziativa, dando mandato agli uffici di dirimere la controversa, trovando un percorso condiviso con il concessionario.

La sentenza del Tar

Il Segretariato, nel ricostruire il complesso iter della delibera, cita anche il pronunciamento del Tar Lazio che “ha accolto la richiesta di risarcimento danni del concessionario, cosa che ha di fatto sancito la rinuncia di questi a realizzare il parcheggio proposto”. Tuttavia “il Tar ha richiesto l’annullamento ma – spiega Riccardo Micheli, portavoce del Comitato NoPup Fermi – il Comune non si è mai attivato e non mi risulta che la concessionaria abbia quindi mai preso i soldi del risarcimento”.

La Giunta Marino

L’epopea è proseguita con la giunta Marino. Perchè, con il rinnovo dell’amministrazione, la proposta è di nuovo stata sottoposta al parere degli uffici e della Commissione competente (mobilità). Si è così ripetuto quanto già accaduto in passato: parere contrario degli uffici e favorevole della Commissione. E così la proposta di delibera viene finalmente portata in Aula Giulio Cesare. Siamo così arrivati al 25 giugno del 2014. Una data spartiacque, perchè in quella circostanza l’Assemblea Capitolina ha deciso di mandare indietro la proposta di delibera. E’ tornata in Commissione per approfondimenti, e da quel momento in poi se ne sono perse le tracce.

Conclusioni

Per far riemergere la proposta di delibera, è stato necessario scomodare la Prefettura. Si viene così a scoprire che il problema, secondo il Segretariato, è dato da un vuoto normativo. In sostanza, non è chiaro se una proposta di delibera popolare possa sopravvivere oltre le due consiliature o se, in caso contrario, la si debba considerare decaduta. Nel caso di specie, le consiliature attraverso cui è transitata volendo includere anche il Commissariamento di Tronca, sono state quattro. “Sinceramente il comportamento del Comune si è mostrato ambiguo – spiega Riccardo Micheli – noi speravamo che dopo 5 anni, con l’ennesimo cambio di amministrazione, la delibera potesse essere votata in aula. Bisogna semplicemente votare a favore o contro quel PUP, ma sembra proprio che non ci si riesca”. Una soluzione ci sarebbe. E’ lo stesso Segretariato Generale ad indicarla. Basterebbe infatti una decisione dei Capigruppo capitolini, per dirimere la questione del vuoto normativo. Una mossa utile anche per altre vecchie proposte di delibera popolare, rimaste per anni nei cassetti.

(1)La Giunta Alemanno, a pochi giorni dalle elezioni, aveva approvato una Memoria di Giunta (di assai scarso valore prescrittivo) che intendeva ricollocare l’intervento in Piazza Cola di Rienzo a Prati. La Memoria in realtà impegnava l’ Amministrazione ad “avviare un percorso condiviso con il concessionario del parcheggio di Via Fermi al fine di dirimere il contenzioso in atto”, facendo presente che il concessionario stesso “si era reso disponibile, a fronte del riconoscimento da parte dell’ Amministrazione Capitolina alla ricollocazione dei posti auto previsti dall’intervento di via Enrico Fermi in Piazza Cola Di Rienzo, una volta ottenute tutte le autorizzazioni per l’avvio dei lavori del parcheggio, a ritirare il ricorso presentato al Tar del Lazio”. Le cose poi non sono andate così, il privato non ha ritirato il ricorso e la sentenza del TAR ha condannato il Comune a risarcire il proponente/concessionario privato per il ritardo nel procedimento. Una questione complessa, che a nostro avviso, forse, affrontata diversamente, avrebbe potuto avere un esito diverso per il Comune.

(2) Si veda in proposito il nostro articolo

PARCHEGGIO DI VIA FERMI: PER FAVORE PARLIAMONE SERIAMENTE Pubblicato il di

 

Annunci

Informazioni su comitatinopup

http://www.comitatinopup.it http://www.youtube.com/user/NOPUPTV
Questa voce è stata pubblicata in Parcheggi e politica, regole e legalità e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...