PUP: la memoria fantasma

cantiere PUP Via Teulada

Lunedì 22 ottobre circolava una memoria di giunta datata 15 ottobre, con un elenco di interventi del PUP (piano urbano parcheggi), 28, che il nuovo assessore Improta avrebbe deciso di portare avanti, con una postilla finale in cui si diceva che “la realizzazione dei restanti interventi  del Piano Parcheggi è comunque obiettivo dell’amministrazione Capitolina e che per essi prosegue il normale iter tecnico-amministrativo“.

La notizia ci aveva lasciato allibiti, anche perché lo stesso assessore aveva  assicurato che  le scelte sarebbero state parte integrante del nuovo piano della mobilità annunciato  per  gennaio, quindi frutto di una precisa pianificazione, e anche  perchè non  erano stati coinvolti nè i cittadini nè i comitati, compreso il nostro coordinamento, nonostante  le promesse elettorali di Marino,  che nel suo programma elettorale assicurava che il piano parcheggi sarebbe stato rivisto insieme ai cittadini e  ai comitati (pagina 13).

Fortunatamente, prima di partire all’attacco, abbiamo contattato l’assessore, che ci ha spiegato  che:

  • La memoria non è stata ancora approvata, si tratta di una prima bozza inviata ai municipi per il parere. Non corrisponde quindi a un documento finalizzato ma è una base di partenza che  sarà sottoposta anche alla discussione dei comitati, dopo il parere dei municipi.
  • La palla è ora passata  ai Municipi, che in passato potevano dare solo un parere non vincolante, e invece adesso – a quanto detto dall’assessore – possono esprimersi nel merito e saranno ascoltati.
  • dopo i Municipi, sarà il turno dei comitati, che incontreranno l’assessore e potranno far  presente le eventuali controindicazioni ai vari interventi (oltre alle richieste sulle modifiche procedurali etc)
  • la frase finale sulla prosecuzione del vecchio piano non corrisponde alle intenzioni dell’assessore ed è già stata tagliata.

Al momento quindi, come  Coordinamento dei Comitati NO PUP, non abbiamo   niente da eccepire sull’operato dell’assessore, anche se naturalmente avremo molti argomenti da spendere per opporci a molti degli interventi indicati nella bozza.

Annunci

Informazioni su comitatinopup

http://www.comitatinopup.it http://www.youtube.com/user/NOPUPTV
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a PUP: la memoria fantasma

  1. Ferdinando Bonessio ha detto:

    COMMENTO E SPUNTI PER UNA RIFLESSIONE CONDIVISA
    Sulla questione Piano Urbano Parcheggi è opportuno che i Comitati non interrompano il “dialogo”, valutando tutti insieme se sia utile passare subito all’attacco, e che invece qualcuno si dedichi con forza a curare questo “rapporto” con l’amministrazione comunale.
    Sento comunque necessario condividere queste riflessioni:
    1. sarebbe estremamente grave che stia circolando una “bozza di memoria” che non corrisponde al pensiero dell’Assessore, c’è forse una lobby parallela ben radicata negli uffici competenti? E l’Assessore di quali poteri di controllo dispone effettivamente?
    2. perché, nonostante tutti gli impegni presi in campagna elettorale, non c’è alcun riferimento alle procedure per cancellare DEFINITIVAMENTE i Pup di via Enrico Fermi, viale Leonardo da Vinci e viale Giulio Agricola?
    3. nell’elenco delle “priorità” della pianificazione dei Pup da realizzare si ritrovano esplicitamente interventi per i quali c’è stata una forte, giusta e condivisa contestazione territoriale (via dei Noci, piazzale della Radio, i mercati, etc.) Speriamo che anche questa inclusione non sia la vera volontà dell’Assessore.
    4. Nella prassi dell’Amministrazione la “Memoria” di Giunta Comunale è un atto politico di indirizzo a cui gli uffici si devono attenere. Chiarito questo vale la pena di sottolineare che in tutto il testo della “bozza” (speriamo) non c’è alcun riferimento a questioni come impatto ambientale, insostenibilità sociale, confronto con i Comitati territoriali e partecipazione dei cittadini;
    5. la stessa volontà del “percorso” di confronto, prima con i Municipi e poi con i Comitati, avrebbe dovuto trovare esplicita indicazione nel “dispositivo” ossia la parte conclusiva della Memoria. Di questa indicazione non vi è alcuna traccia.
    6. rimane un fatto inequivocabile il punto 4) sulle disposizioni della Memoria (quello che conferma a pieno la programmazione dei Pup della Giunta Alemanno) è stato stampato, pertanto vuol dire che qualcuno, interno all’Amministrazione, lo ha pensato e aveva il potere di scriverlo.
    Credo che la “discontinuità” con il passato cercata da chi in questi anni, compreso il sottoscritto, si è battuto contro interventi di Pup sciagurati, realizzati solo per meri interessi speculativi, non si ritrovi minimamente in questo primo atto in materia di Roma Capitale.
    Mi fermo qui ricordando le parole di un vecchio politico navigato: “A pensar male si fa peccato ma………..”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...