Pup di Via Albalonga: metafora del fallimento del PUP con sfondo di campagna elettorale

degrado 2La situazione è nota: da quasi due anni il cantiere per la realizzazione di un parcheggio interrato si è installato in via Albalonga, sono state abbattute  la maggior parte delle alberature esistenti,  è stata occupata parte della carreggiata e dei marciapiedi. Poi la ditta è fallita, i lavori si sono definitivamente interrotti, il Comune ha cancellato l’intervento. Ma il cantiere è ancora lì, tra cumuli di  immondizie  e collegamenti elettrici volanti. Adesso da ben nove giorni la strada è completamente priva di illuminazione, perché, si è scoperto recentemente, l’ACEA aveva  passato alla ditta anche la gestione dell’impianto stradale.

E bisogna dire che  ci appare già piuttosto increscioso che un servizio pubblico di primaria importanza venga affidato a un privato, con tutti le possibili conseguenze che si sono poi  purtroppo  verificate. Ma soprattutto ci sembra  incredibile che a oggi non si riesca a trovare una soluzione perché – a quanto pare – nessuno di è curato di verificare le modalità di allacciamento e di impianto provvisorio adottato dal concessionario, né di richiedere quantomeno il relativo elaborato, che avrebbe dovuto essere consegnato insieme alla documentazione del parcheggio.

Ma a parte questa emergenza, che, si spera, prima o poi qualcuno riuscirà a risolvere, il vero problema è che sembra che non ci siano più i soldi per rimuovere il cantiere, rifare strada e marciapiedi, ripiantare gli alberi. Eh sì. Perché anche se il volenteroso delegato ai parcheggi Vannini (suo il “coraggio” di dichiarare la decadenza del concessionario inadempiente, per la prima volta in vent’anni) lancia comunicati  della serie “stiamo facendo il possibile”, l’amara verità (che lui conosce da tempo) è che il problema non sono i tempi lunghi dell’”escussione della polizza fideiussoria prevista dalla convenzione in caso di non ottemperanza della ditta costruttrice” ma che – a quanto pare – anche la polizza fideiussoria è andata in fumo, dato che  la società che doveva garantirla, la COFITALIA CONFIDI, è indagata per associazione a delinquere e altro dalla magistratura romana che ha emesso 7 misure cautelari, 4 in carcere, 2 ai domiciliari e un obbligo di dimora, già dal luglio di quest’anno.

Quindi diciamo  a Vannini che le chiacchiere stanno  a zero, e che dovrà intervenire il Comune, con i soldi pubblici, a riparare i danni. E qualcosa ci dice che lo faranno presto, dato che siamo in campagna elettorale e che questa è la classica vicenda che abbatte il consenso popolare ogni giorno che passa.

Infatti    alcuni consiglieri   di centro sinistra  hanno  subito condannato con un comunicato l’inerzia della attuale Amministrazione, aggiungendo   che  alla fiaccolata di protesta indetta  dai cittadini era presente anche il “Partito Democratico del Territorio”. Pronta la replica del Comitato di Via Albalonga: alla fiaccolata non è stato invitato e non  era presente alcun “Partito Democratico del Territorio”. Vogliamo sperare che si sia trattato di una svista, e non di un tentativo di strumentalizzare  problemi così gravi come il degrado della strada, la chiusura dei negozi, i  tentati furti, la mancanza di sicurezza stradale e adesso dell’illuminazione pubblica.

(PS: l’assessore Pellutri continua a stigmatizzare l’avvio della cantierizzazione del PUP “nonostante la Risoluzione 8 del 26 maggio 2010 che prevedeva la sospensione di tutti i PUP del  IX Municipio”. E noi siamo obbligati a ricordare che  il IX Municipio, quando avrebbe ancora fatto in tempo a evitare il parcheggio di Via Albalonga, ha dato parere favorevole a quello e a tutti gli altri interventi, e che quella risoluzione , un positivo segnale di ripensamento dell’amministrazione municipale,  nel 2010 era – come ben sa – ormai fuori “tempo massimo”)

Annunci

Informazioni su comitatinopup

http://www.comitatinopup.it http://www.youtube.com/user/NOPUPTV
Questa voce è stata pubblicata in Parcheggi e politica, regole e legalità e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...