Cornelia: il parcheggio abbandonato da anni verrà dato a una ditta che rinuncerà a costruire altri PUP

Oggi la conferenza  stampa del delegato aiparcheggi Vannini

Nella foto il sindaco Alemanno durante un sopraluogo insieme ai Comitati NO PUP nel parcheggio abbandonato di Via Balserna nel XV Municipio nel novembre 2011

Nel XVIII Municipio, in piazza Giureconsulti, vicino alla stazione della metro Cornelia, c’è un megaparcheggio di scambio da 660 posti  chiuso da anni.  Realizzato come opera  “a scomputo” dalla società che ha costruito il prolungamento della metro A verso Battistini, cioè pagato con soldi pubblici, viene  inaugurato in pompa magna da Veltroni nel 2002. Ma si rivela subito  un fallimento: completamente automatizzato grazie a un sistema che qualcuno sostiene  tecnologicamente già  obsoleto,  comporta  vari minuti di attesa per ciascuna auto che i bracci meccanici devono restituire in superficie, partendo anche da sette piani sotto il livello stradale. Da allora  il Comune cerca più volte di trovare una soluzione: indice varie gare (nel 2004, nel 2005 e nel 2007) per individuare  un privato disposto ad accollarsi il servizio, ma  vanno tutte deserte. Non si trova nessuno  neanche attraverso l’affidamento diretto,  neanche offrendo dei soldi.  L’amministrazione deve “prendere  atto che il parcheggio così come realizzato non è in grado di suscitare interesse tra gli operatori per un evidente impossibilità di raggiungere un equilibrio economico nella gestione”. Viene da chiedersi se non era meglio pensarci prima, prima di investire  circa 35 milioni di euro  in un’opera del genere.

Ma adesso finalmente la storia ha avuto un lieto fine, e, per una volta, grazie a quei poteri speciali attribuiti al Sindaco a causa dell’ “emergenza traffico e mobilità” che finora hanno prodotto ben scarsi risultati. Infatti un’ordinanza commissariale “ricolloca” nel parcheggio Cornelia un bel pacco di  posti auto che la ditta Progepar avrebbe dovuto realizzare sotto due mercati nel XVII municipio – il Mercato dei fiori e il Mercato  Vittoria – e sotto il mercato Belsito nel XIX.  Il concessionario smantellerà tutto l’ambaradan tecnologico e ne ricaverà un’autorimessa tradizionale con rampe di accesso, realizzando 450 posti auto, metà box pertinenziali da vendere e metà posti a rotazione. A voler sottilizzare, nell’ordinanza di giugno  c’è scritto 100 box contro 350 posti rotazionali, ma  i costi per la riconversione  del parcheggio meccanizzato in parcheggio tradizionale sono elevatissismi:  anzi, difficilmente il Comune riuscirà a recuperare qualcosa dei soldi spesi per la costruzione del parcheggio. Speriamo che prima o poi, come auspicato  dal presidente del XVIII Municipio Giannini, la Corte dei Conti appuri se c’è stato uno sperpero di soldi pubblici  e  chi ne sia responsabile.

Noi comunque riconosciamo al  delegato ai parcheggi Vannini il merito di aver  recuperato un parcheggio fantasma  restituendo un po’ di  posti auto  a chi prende la metro  e di aver  cancellato  i previsti parcheggi sotto i  mercati, che sarebbero stati alquanto discutibili, anche solo per i rischi generati  dagli scavi sotto quel tipo di strutture. E  vogliamo  prendere spunto da questa vicenda per suggerire a Vannini  di allargare questa virtuosa procedura ad altre situazioni con cui ha  molti punti in comune, ad esempio ricollocando i  posti auto previsti dall’ampliamento dei parcheggi sotto i mercati  di Via Magna Grecia, Via Antonelli, Via Chiana in altri  parcheggi abbandonati: in Via Blaserna,  in via Tirone, ai Granai, a Ikea, a Eur2. Noi diciamo subito che come  Comitati “NO PUP” , per una volta,  saremmo favorevoli…

Annunci

Informazioni su comitatinopup

http://www.comitatinopup.it http://www.youtube.com/user/NOPUPTV
Questa voce è stata pubblicata in Parcheggi e politica, PARCHEGGI PER LA CITTA'? e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Cornelia: il parcheggio abbandonato da anni verrà dato a una ditta che rinuncerà a costruire altri PUP

  1. Anna Coen ha detto:

    meno male che ci sono i COMITATI per difendere i Cittadini ed i beni comuni di Roma. Bravissima la Portavoce NOPup Anna Maria Bianchi.

    Basta abusi edilizi e favoritismi a Roma! Più controllo e trasparenza amministrativa!

    Auguri e continiamo a difenderci dai prepotenti.

    Anna Coen
    via di Villa Albani 26
    Municipio II

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...