Parcheggi: nuove linee guida dei Geologi del Lazio per il Comune di Roma

Il Comune di Roma adotterà a breve le linee guida  elaborate   dall’Ordine  dei Geologi insieme all’ufficio parcheggi: finalmente si pone rimedio alle carenze che segnalavamo da anni sulla superficialità delle indagini preliminari alla costruzione dei parcheggi interrati

Geologicamente parlando la Capitale è un “unicum” per la quantità di problemi che possono nascere non appena si prova  a scavare  sotto la sua superficie. “Prodotti piroclastici” “sopra  un substrato  plio-pleistocenico”, ai  quali “si intercalano terreni sedimentari di ambiente fluivo-lacustre” “in alcune aree erosi e ricoperti  dalle alluvioni recenti”. Il tutto complicato dalla “diffusa presenza di una coltre di riporti” prodotta in quasi 3000 anni di attività umane nella zona, e dal rischio sismico, dalle diffuse cavità tufacee, persino dalla presenza sotterranea di gas. In pratica il sottosuolo di Roma è, per usare un termine poco scientifico, ma che rende bene l’idea, un “gran casino”. Soprattutto quando si devono effettuare scavi che raggiungono molti metri di profondità, come nel caso dei parcheggi interrati,  a pochi metri dalle fondamenta di  palazzi che spesso sono stati costruiti ben prima dell’avvento del  cemento armato. E uno  dei principali motivi dell’avversione  dei cittadini  verso i “Pup” risiede proprio  nei rischi  per la stabilità degli edifici, rischi  che sembrano poco controllabili  anche per le modalità con cui vengono effettuate le indagini preliminari. Fino ad oggi tutte le decisioni, come  l’estensione dell’area da considerare a rischio, il tipo,  il numero e  la durata dei rilievi  etc, non vengono regolate da parametri stabiliti da un soggetto “super partes”‘, ma sono prese dal   costruttore sotto la sua responsabilità, cioè dallo stesso  soggetto che subisce le dirette conseguenze economiche di tali scelte.

Grazie al lavoro ampio e minuzioso degli autori delle “Linee guida e metodologie di lavoro per le attività geologiche connesse alla progettazione e realizzazione di parcheggi interrati” presentati ieri nel corso del  convegno dell’Ordine dei Geologi e di Sigea sul ruolo del progettista di parcheggi, se il Comune manterrà quanto promesso,  a breve  i costruttori dovranno seguire  un protocollo che prevede che venga stilato un ” piano delle indagini preliminari” in cui siano indicati con precisione  il volume di terreno da studiare, il numero minimo delle prove da fare, delle apparecchiature da distribuire nell’area che circonda il futuro parcheggio  e soprattutto la “definizione degli scenari  di rischio” e la “progettazione degli interventi di mitigazione o di abbattimento dei rischi”.

Noi  comitati No PUP  potremmo  dire ” finalmente ci danno ragione”. Ma vogliamo invece dire che ci auguriamo che questo sia l’inizio di una nuova stagione, in cui l’amministrazione dimostri di avere il coraggio di  rivedere  le regole  e di farle rispettare.

E così sembrerebbe, almeno in parte, a giudicare  a  quanto affermato in chiusura del convegno dal delegato ai parcheggi Vannini, che ha annunciato un nuovo Piano Urbano Parcheggi supportato da un’”analisi scientifica” dei trasporti e della sosta operata dalle tre facoltà di ingegneria romane,  modifiche alla convenzione, l’avvio  di una verifica dei cronoprogrammi dei cantieri in corso, maggiore trasparenza sulle procedure. E, dando per scontato il “pubblico interesse” dei parcheggi privati, Vannini si è attribuito il ruolo  di mediatore tra cittadini “organizzati in comitati e non” e “costruttori”. Purtroppo ai  primi ha riservato  toni piuttosto critici (la solita sindrome Nimby…) mentre  ai secondi ha dedicato  parole decisamente più comprensive: costruttori  spesso “tacciati di speculazione e di affarismo esclusivo” che “giustamente impauriti dalla sindorme di Nimby” “fanno pressione” … Diciamo che per questa volta  incassiamo pure “la sindrome Nimby” e il peana ai costruttori, però adesso vogliamo  vedere presto adottate le linee guida dei geologi, le assicurazioni, il piano delle università  e tutto il resto…

Annunci

Informazioni su comitatinopup

http://www.comitatinopup.it http://www.youtube.com/user/NOPUPTV
Questa voce è stata pubblicata in Parcheggi e politica, regole e legalità e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...