Lettera aperta dei Comitati NO PUP a Vannini: I NOMI E LA REALTA’

Il Coordinamento dei Comitati NO PUP a proposito dell’apparizione sul sito personale del delegato ai parcheggi di un articolo del blog “Propuproma” intitolato “Tentativo di Alessandro Vannini di farci innamorare di lui, un comunicato stampa da applausi”

(in calce: la risposta di Vannini pubblicata sul suo sito il 18 marzo 2012)

I NOMI E LA REALTA’
Anche il consigliere Vannini è scivolato sul Propup. E’ comprensibile: fare il delegato ai parcheggi, di questi tempi, non è un compito molto popolare, per cui, se qualcuno ti manda un elogio a tutto tondo, è facile cadere nella tentazione di dargli un po’ di spazio. Anche perché, diciamolo, è una vera fortuna che, come ci sono i “NO PUP” ci siano anche i “PROPUP”: così si può dire che ci sono cittadini contro e cittadini a favore dei parcheggi. La protesta degli uni viene annullata dal sostegno degli altri. Peccato però che qui il plurale sia fuori luogo: non si tratta di Comitati Propup e nemmeno di un comitato; si tratta di uno, inteso come un solitario blogger, che per di più ama nascondersi nell’anonimato: sul suo sito non c’è uno straccio di nome o di recapito telefonico. In compenso ci sono pagine e pagine di vaneggiamenti iperbolici all’insegna del turpiloquio (resisteremo alla tentazione di citare qualcuna delle sue produzioni più “hard”). Un tormentone che rivela scarsa fantasia e una rabbia da sfogare decisamente eccessiva.
Ma tornando a Vannini, come abbiamo ripetuto ormai fino alla noia, noi, anche se ci chiamiamo “No PUP”, non siamo contro i parcheggi “a prescindere”, e non siamo neanche contro i delegati ai parcheggi, “a prescindere”. Anzi, abbiamo apprezzato il suo ribadire, davanti a diverse platee, financo di costruttori, la sua intenzione di cambiare le regole per tutelare di più la sicurezza dei cittadini e per individuare le localizzazioni e le tipologie di parcheggi di maggiore utilità pubblica. Però noi aspettiamo a scrivergli un peana, perché troppe esperienze ci hanno insegnato che è meglio giudicare i fatti, prima di riconoscere a qualcuno “il coraggio del cambiamento”.
Nei giorni scorsi abbiamo appreso che a Milano l’assessore alla Mobilità della giunta Pisapia metterà on line tutte le informazioni sul Piano Parcheggi, per assicurare la necessaria informazione e trasparenza ai cittadini. Noi l’avevamo chiesto all’assessore Aurigemma esattamente un anno fa, insieme a molte altre cose di buon senso, che sono state ignorate fino a oggi.
Il 16 marzo saranno due anni che è nato il Coordinamento dei Comitati NO PUP. Due anni fa, nella discussione per scegliere il nostro nome, qualcuno aveva ventilato il rischio di passare per dei fanatici contrari ai parcheggi tout court. La maggioranza di noi ha scelto comunque uno slogan netto, che rappresentasse tutta la nostra contrarietà a questo Piano Urbano Parcheggi. Che è poi quello di Rutelli, quello di Veltroni e quello di Alemanno.
Dopo ci siamo accorti che il nostro è un nome decisamente faticoso da portare, perché ci espone facilmente ai pregiudizi e richiede una serie di precisazioni con ogni nuovo interlocutore. Però vorremmo che almeno gli interlocutori più avveduti, come Vannini, cominciassero a dare più importanza alla realtà che alle parole. E che valutassero non tanto l’etichetta “NO PUP” quanto le nostre richieste – se sono giuste o no – e i nostri comportamenti – se sono corretti o no.
Noi pensiamo di aver dimostrato da tempo le nostre intenzioni, stando alla larga da strumentalizzazioni e sindrome “Nimby”, facendo le nostre battaglie in modo lineare e trasparente, perseguendo con tenacia e serietà la strada del dialogo con le istituzioni. Invece l’amministrazione finora ha cambiato ben poco. Sono rimaste uguali soprattutto le regole, o la loro mancanza, o la loro scarsa applicazione. E anche il dialogo è stato quantomeno intermittente (con lunghissimi “black out”).
A questo punto, come si suol dire, “le chiacchiere stanno a zero”.

Consigliere Vannini, chiediamo a lei e a questa amministrazione di dimostrare con i fatti cosa e come vuole cambiare. Le chiediamo di abbandonare iniziative che lasciano il tempo che trovano come i sondaggi on line sui parcheggi, dove anche chi non conosce nulla delle problematiche dei Pup può sparare stereotipi in libertà, e di rispondere punto su punto alle circostanziate proposte che il nostro Coordinamento, insieme a tecnici ed esperti di alto livello, ha messo insieme in un anno di lavoro.
Passi ai fatti, consigliere Vannini. Con la delega conferitagli dal sindaco commissario straordinario per l’emergenza traffico può fare adottare dal Comune le “Linee guida per i parcheggi a Roma” messe a punto dai geologi insieme ai funzionari dell’Ufficio della sosta. Può finalmente mettere in moto un meccanismo che renda le assicurazioni per gli edifici a ridosso degli scavi più estese nel tempo e soprattutto meno “da barzelletta”. Può inaugurare anche a Roma l’iniziativa “trasparenza” introdotta a Milano, con tutte le informazioni sui parcheggi accessibili on line per i cittadini. Se lo facesse, non soddisferebbe tutte le trenta richieste del nostro libro “Non chiediamo la luna” , ma sarebbe già un bel passo avanti…

Coordinamento dei Comitati NO PUP

La Risposta del Consigliere Vannini

(18 marzo 2012 – http://www.alessandrovannini.it)
..RIGUARDO LA PUBBLICAZIONE SUL MIO SITO DI ARTICOLI PROVENIENTI DA ALTRE FONTI..
Come noto al mondo dell’informazione e del web, è lecito condividere contenuti sul proprio sito web. Si tratta di offrire un diverso punto di vista riguardo una questione controversa agli utenti e frequentatori del sito, i quali scelgono di loro spontanea volontà di visitarlo. Ciò non vuole né aprire un contrasto fra i vari comitati, né denigrare l’operato e i contenuti di uno, o l’altro poiché le istituzioni hanno il dovere di rappresentare i cittadini tutti.

E’ naturale che ci siano posizioni diverse, ma l’importante è che dalle varie posizioni se ne ricavi un risultato costruttivo.
Sono ovviamente contento dell’apprezzamento dimostratomi e riservato all’ impegno che metto nello svolgimento del mio lavoro e pertanto faccio notare ai lettori che l’articolo condiviso sul mio sito personale è infatti riportato integralmente come pubblicato dalla fonte  e soprattutto privo di commenti personali,  pro o contro i “NO PUP”, poiché deve essere assolutamente tutelata  la posizione di tutti gli interessati.
Personalmente, non ho mai giudicato coloro i quali hanno giustamente cercato un confronto con le istituzioni per ottenere soluzioni concrete per il benessere della città. Benessere che si pone come un comune elemento di unione fra tutti e soprattutto una priorità da rispettare.

La condivisone di un contenuto “PRO-PUP”  o di “parole” non rappresenta in alcun modo la volontà di non procedere attraverso la giusta via, nel pieno rispetto delle normative in materia e soprattutto all’insegna di quel “Fare” che, in questo caso, vuole discostarsi dal piano delle idee e tradursi in realtà. Stiamo utilizzando tutti gli strumenti ed i mezzi a nostra disposizione per far si che tutto avvenga all’insegna della valorizzazione del territorio e del rispetto dei suoi abitanti, ciò può avvenire anche ascoltando le varie opinioni di tutte le persone interessate, senza discriminare nessuno ma cogliendo e discernendo  le informazioni necessarie e costruttive riguardo il tema specifico. Il sondaggio  che ho inserito nel mio sito, può essere compilato sia da persone non esperte nel settore ( quindi tutti coloro che non hanno compiuti studi di ingegneria, architettura e affini) sia da persone più competenti . Entrambi, esprimendo il loro punto di vista,  apporteranno un contributo distinto ma significativo e d’interesse come previsto in tutte le società civili organizzate in sistemi democratici dove vige la libertà di pensiero e di espressione. Fermo restando che le scelte operative verranno prese da chi di competenza.

Sono d’ accordo sul fatto che in passato sono stati fatti diversi errori, primo fra tutti, quello di non valutare con attenzione le reali necessità e volontà dei cittadini. Da parte mia posso garantire fin da ora il mio massimo impegno a non ripetere gli errori del passato e a tal riguardo sto elaborando insieme al dipartimento un nuovo modello di convenzioni, che tuteli sempre di più i cittadini e conto di riuscire a realizzarlo entro la fine del mio mandato, in modo che anche qualora non fossi più io ad occuparmi dei futuri pup romani, ci siano maggiori garanzie e maggiore trasparenza per i cittadini.
A questo riguardo faccio presente che sto provvedendo affinchè il Comune di Roma condivida on line tutte le informazioni inerenti ai PUP, utili ai cittadini romani.

Mi pongo soltanto una domanda: i pup bloccati sono tutti errori della precedente amministrazione nello stipulare convenzioni in luoghi inadatti a creare nuovi parcheggi interrati? Quelle persone che erano presenti nell’ allora maggioranza,  che non hanno mai  ostacolato  i loro colleghi di partito all’ atto della stipula delle convenzioni e che ora si trovano a combattere dall’ altra parte della barricata, cercando ipocritamente mille motivi per ostacolare i lavori… cosa farebbero qualora tornassero di nuovo dalla parte di chi deve decidere….  se aprire i cantieri o no……? Lascio agli utenti del mio sito la risposta……

Concludo rassicurando tutti i lettori, i cittadini, gli interessati pro e contro PUP che l’obbiettivo comune rimarrà sempre l’attuazione della soluzione migliore, l’osservanza del rispetto reciproco, la continuità di un dialogo costruttivo e soprattutto l’ascolto di tutte la parti coinvolte, senza eccezione alcuna perché ogni voce è essenziale e fondamentale.

Annunci

Informazioni su comitatinopup

http://www.comitatinopup.it http://www.youtube.com/user/NOPUPTV
Questa voce è stata pubblicata in Parcheggi e politica, regole e legalità e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...