PUP: ecco cosa dice l’ANAC

bando avviso PUP parcheggi 1989

Il trafiletto pubblicato su tre quotidiani nel luglio 1989 (e poi ancora nel 1990) che ha dato origine al Piano Urbano Parcheggi della Capitale

Pubblichiamo una sintesi della Deliberazione dell’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici (AVCP), oggi ANAC, del 30 maggio 2012 che, riprendendo una precedente Determinazione della stessa AVCP del 13 ottobre 2005, dichiara definitivamente che i parcheggi realizzati da privati su suolo pubblico in diritto di superficie sono opere pubbliche a tutti gli effetti e invita il Comune di Roma ad adeguarsi alle normative vigenti, sottoponendo a gara pubblica l’assegnazione degli interventi e adottando tutte le prescrizioni del Codice degli appalti.

Sono passati 27 anni dall’avviso del Comune per individuare i privati interessati a realizzare box privati su suolo comunale; 12 anni dalla prima determinazione dell’AVCP che definisce i Pup opere pubbliche, prescrivendo gare di evidenza pubblica (1); 11 anni dalla dichiarazione di emergenza traffico mobilità e dal conferimento dei poteri speciali al Sindaco commissario con potere di deroga a 37 leggi nazionali (tra cui il Codice degli appalti); 9 anni dall’ultimo Piano Parcheggi Veltroni/Alemanno (per gli interventi privati su suolo pubblico due Piani sono pressochè identici, l’uno di febbraio l’altro di novembre); 5 anni dalla seconda Deliberazione dell’AVCP ; quasi 5 anni dalla fine dello stato di emergenza e dei poteri speciali del Sindaco; 2 anni dalla ricognizione dell’allora assessore Improta degli interventi – a suo dire – “ancora riconducibili” all’avviso del 1989, e 2 anni dalla bozza di espunzione di soli 37 interventi.

Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Cara Sindaca, Giunta, Presidenti e Consiglieri M5S, sul PUP vi giocate la faccia e la fiducia dei cittadini

cantiere abbandonato di Via Albalonga, nel 2012

cantiere abbandonato di Via Albalonga, nel 2012

A chi non conosce le problematiche, la proposta di Delibera della Giunta Raggi “Piano Parcheggi, espunzione interventi improcedibili” che sta approdando per il parere nei Municipi, e che andrà poi al voto dell’Assemblea Capitolina, potrebbe apparire piuttosto innocua. Invece a nostro avviso deve essere respinta al mittente, per molte valide ragioni. Soprattutto perchè la Delibera cancella solo 29 interventi su suolo pubblico su 105 che non hanno mai raggiunto la stipula della Convenzione con il Comune e che secondo noi dovrebbero – se ritenuti ancora di pubblica utilità – essere sottoposti a gara pubblica, come previsto dalle norme vigenti e ribadito in una Deliberazione dell’Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici (oggi ANAC) nel 2012. Lo diciamo da tempo, anche a questa Amministrazione, a cui abbiamo chiesto di porre uno specifico quesito all’ANAC di Cantone. Invece non solo non abbiamo mai avuto risposta, ma addirittura scopriamo che la delibera non cancella neanche 8 interventi con ripetute controindicazioni degli uffici, salvando un progetto da 800 posti auto da scavare sotto il Quirinale, e un altro dove dal 1985 la Soprintentendenza ha segnalato una villa romana di età repubblicana… Inoltre la Delibera pone le basi per far ripartire l’iter di tutti gli altri interventi, non convenzionati e convenzionati con criticità, che erano stati di fatto “congelati” dall’amministrazione Marino: uno schiaffo a quelle istituzioni municipali che in passato si erano pronunciate negativamente su molti interventi, e a tutti quei comitati e cittadini che da anni si battono per un Piano parcheggi rispettoso delle regole e del bene comune.

Continua a leggere

Pubblicato in Parcheggi e politica, regole e legalità | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Giunta Raggi sul Piano parcheggi: siamo alle solite (anzi peggio)

mosaico pup dec. GC 21 4 2017Un parcheggio da 800 posti auto da scavare sotto il Quirinale, tre piani sotterranei per 609 posti tra Palazzo di Giustizia e Castel S. Angelo, un parcheggio a pochi metri da Piazza Barberini dove la Soprintendenza dal 1985 ha segnalato la presenza di una villa romana con un mosaico di grandissimo pregio e dove la Giunta Marino voleva fare un museo, un altro parcheggio per centinaia di box auto da realizzare in un’area disabitata sulla Roma – Fiumicino interessata da numerosi vincoli paesaggistici. Che potranno continuare il loro iter. La Proposta di delibera per l’espunzione degli interventi “improcedibili” del Piano Urbano Parcheggi arrivata in Commissione mobilità il 12 maggio dimostra che può cambiare il colore delle Giunte, ma che i PUP rispuntano sempre, anche quelli con controindicazioni confermate dagli uffici stessi (1). E il Direttore dell’Ufficio Parcheggi ha dato alcune spiegazioni alla Commissione Mobilità che richiedono altre spiegazioni (che richiederemo)

Continua a leggere

Pubblicato in Parcheggi e politica, Parcheggi e tutela beni culturali, PARCHEGGI PER LA CITTA'?, PUP Piano Urbano Parcheggi, regole e legalità, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Dai cittadini di Via Giulia all’onorevole Giachetti

via giulia light 3 12 2016 foto ambm IMG_8399Paolo Gelsomini, del Coordinamento Residenti Città Storica, dopo aver letto una delle cosiddette delibere che Roberto Giachetti e la sua Associazione Roma Bella hanno presentato al pubblico e alla stampa il 20 maggio, ha scritto all’ex candidato Sindaco PD, constatando la notevole disinformazione che trapela dalla numero 09 “Approvazione del progetto di sistemazione a giardino pubblico della parte superiore del parcheggio di Via Giulia”. E colpisce l’espressione “parte superiore del parcheggio”, per definire quella che gli addetti ai lavori chiamano “sistemazione superficiale”. Ma è una definizione più che azzeccata, dato che il parcheggio cosiddetto interrato, su un lato emerge di 6 metri dal piano stradale, come rilevato dai comitati del centro storico, che hanno presentato un ricorso al TAR. Ricorso motivato soprattutto dalla mancanza di ulteriori accertamenti tecnici a fronte di un nuovo progetto che presenta una maggiore profondità dello scavo. E proprio poche settimane fa il Tribunale amministrativo ha dato loro ragione… (per la cronaca: ci piacerebbe anche sapere a cosa si riferisca la delibera dove dice “la trasformazione del fabbricato di Via Giulia in un parcheggio multipiano…”) (AMBM)

Continua a leggere

Pubblicato in Parcheggi e politica, PUP Piano Urbano Parcheggi, Via Giulia | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Parcheggio via Giulia: il TAR dà ragione ai comitati cittadini

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Coordinamento Residenti Città Storica (CRCS) da tempo aveva denunciato che il nuovo progetto del parking di Via Giulia – Largo Perosi (1) presentato dall’Impresa nel 2014 ed approvato in variante con D.G.C. n. 195 del 3 luglio 2014, aveva subito modifiche troppo consistenti, compresa una maggiore profondità del livello di scavo con rischi di interferenza con la falda idrica, senza essere stato sottoposto a nuove valutazioni tecniche e ad una eventuale nuova V.I.A. (verifica impatto ambientale).

Continua a leggere

Pubblicato in regole e legalità, Uncategorized, Via Giulia | Contrassegnato , , , , , , , | 1 commento